La Tre Golfi di Lisa

“Siamo partiti bene tenendo la testa della flotta fino alla secca della Cavallara. Lì il vento è morto, la flotta si è ricompattata e ci si è giocati l’uscita dal Golfo. Purtroppo, pur consapevoli che il lato destro sarebbe stato vincente, non siamo stati così estremi nel posizionarci e un discreto numero di barche che si trovavano più a terra ci ha sorpassato. L’uscita dal Golfo, dunque, non è stata tra le più felici per Lisa.
La scelta tattica più indovinata è stata sicuramente la bolina da Ponza verso Ischia. Consapevoli di dover recuperare rispetto ai diretti avversari, abbiamo giocato con coraggio i salti di vento e le rotazioni previste dal forecast. Quindi abbiamo anticipato con audacia la prima virata e le mosse successive, con pazienza, ma cattiveria, dando vita ad un bel recupero.

Tre Golfi 2017

Anche al passaggio della Punta Campanella abbiamo avuto un posizionamento perfetto, che ci ha fatto patire al minimo l’ombra di Capri e permesso di recuperare ancora molto.
In verità, l’unico momento tatticamente poco felice della Regata è stato sicuramente quello dell’uscita dal Golfo di Napoli, mentre quello più affascinante rimane sempre la partenza di mezzanotte“.

Francesco Bertone e Gianni Di Vincenzo

Scrivici